Turismo sostenibile

Una scelta ricettiva che rispetta l'ambiente e le identità dei luoghi

"Buone pratiche per il turismo sostenibile"
Reti ecomusei Lombardia 

I principi fondamentali del turismo sostenibile sono

  • Preservare le risorse per le generazioni future;
  • creazione di possibilità di sviluppo per le generazioni future;
  • protezione da ogni tipo di sfruttamento delle zone vulnerabili;
  • definizione dei limiti di carico: pianificazione di progettualità che necessitano di un lavoro preliminare di inventario delle risorse naturali e culturali della regione presa in esame, volto a determinare i limiti biofisici, economici ed ambientali e che stabiliscano le priorità di uso del territorio, identificando le aree di sviluppo e quelle da salvaguardare.

(da "Carta per un turismo sostenibile", Lanzarote, 1995)

I territori ecomuseali mettono in mostra soprattutto un insieme paesaggistico coerente, costituito da differenti elementi in relazione tra loro. Apprezzare queste relazioni rende più ricca l'esperienza sia per un visitatore, che per un abitante, ma richiede modalità di osservazione particolari.

Gli Ecomusei operano per:

  • far capire e conoscere e non solo ammirare i paesaggi, come si sono formati o perché si stanno modificando;
  • valorizzare e promuovere itinerari tematici che raccontino l'evoluzione del contesto paesaggistico, così come le tradizioni secolari legate, per esempio, agli antichi mestieri.

Ogni territorio ecomuseale offre qualcosa di particolare, sia in termini dì prodotti tipici, che di ricette: per molte aree periferiche questi sono elementi determinanti per definire la qualità del territorio. Anche la disponibilità di architetture tradizionali, sia urbane che rurali, è un punto di forza per la promozione di strategie innovative di ricettività turistica.

Gli Ecomusei promuovono:

  • il patrimonio immateriale della cultura locale, attraverso sagre e feste, musei degli antichi mestieri, centri di documentazione e di informazione;
  • le capacità imprenditoriali degli abitanti, incoraggiandoli ad assumere iniziative innovative affinché sviluppino da sé stessi ciò che iI territorio offre.

E' necessario garantire un buon equilibrio tra i luoghi ed i suoi utilizzatori: ciò rende un territorio più pregiato, consolidando la sua qualità sia per l'abitante, che per il turista.

Gli Ecomusei promuovono:

  • atteggiamenti di rispetto verso il territorio: ovvero, conoscere le insidie dei luoghi, ma anche i pericoli che certi stili di vita sbagliati possono costituire per i luoghi stessi;
  • educazione ambientale come esperienza divertente e didattica insieme; con l'attività sul campo e le esperienze dirette, coinvolgono persone di tutti i livelli formativi e di tutte le età.

IL DECALOGO DEL TURISMO RESPONSABILE

  • I luoghi e i paesaggi degli Ecomusei sono vissuti e percorsi dai suoi abitanti. Visitateli in modo discreto e gentile, con rispetto ed attenzione: fate la loro conoscenza con gli occhi e il cuore aperti, vi racconteranno la loro storia. Visitate questi luoghi con vivacità e spontaneità: un'esperienza da vivere in piena consapevolezza.
  • Informatevi del luogo della vostra visita, della sua storia, del suo contesto territoriale, della sua comunità locale.
  • Il diritto alla fruizione appartiene a voi così come ai vostri compagni di visita e, soprattutto, alle future generazioni. Evitare comportamenti ed azioni inadatti al luogo; siate d'esempio ai visitatori più piccoli.
  • Lasciate solo le vostre impronte sulla terra e nessuna traccia del vostro passaggio: no ai rifiuti e graffiti.
  • Preferite operatori e guide locali ed ascoltateli attentamente: vi sveleranno la storia del luogo, che è fatta di piccoli dettagli, incontri importanti, aneddoti divertenti.
  • Non esagerate con le fotografie, evitate il flash per le opere d'arte. E ricordate che le persone non sono parte del paesaggio: chiedete il permesso prima di far loro degli scatti.
  • Segnalate qualsiasi problema riscontrato alle autorità competenti; il vostro è un contributo prezioso per la salvaguardia del contesto territoriale e per la corretta fruizione dei suoi patrimoni.
  • La storia di un luogo si svela ance a tavola: gustate la cucina tipica e scegliete sempre prodotti locali, partecipate a feste e sagre. E fatevi svelare le ricette tradizionali, da sperimentare.
  • Usate mezzi di trasporto alternativi: preferite i percorsi ciclo-pedonali o i mezzi pubblici
  • Diventate "ambasciatori del luogo": ricordate, e poi raccontate e consigliate a parenti, amici e conoscenti.

CONSIGLI PER I PIÚ PICCOLI

  • Nulla è bello come l'allegria! Salutate e sorridete alle persone che incontrate durante il vostro viaggio.
  • Condividete il viaggio con vecchi e nuovi amici.
  • Siate curiosi! Chiedete sempre "perché e come"!
  • Osservate! Non dimenticate la macchina fotografica o la cartella da disegno ed i pastelli colorati.
  • Non c'è niente di meglio che camminare a piedi nudi nell'erba!Scoprite la natura e i suoi segreti!
  • Utilizza la bicicletta e i mezzi pubblici!
  • Se hai la fortuna di osservare gli animali selvatici, cerca di non disturbarli, non inseguirli, non dar loro da mangiare e soprattutto non toccarli.
  • I vostri nonni conoscono tante cose e sono molto felici di raccontarvele: ascoltateli!
  • Festeggiate, cantate e ballate, siate golosi: che buoni quei biscotti dal sapore mai provato!
  • Condividete e raccontate a tutti la vostra avventura!