Chiesa di Ravizze
Inserisci sottotitolo qui

CHIESA DI RAVIZZE

Una primitiva chiesetta dedicata alla Madonna Assunta è documentata fin dal 1467, quando Tomeo figlio di Giacomo detto Zucha de Mugiis di Ravizze aveva fatto un lascito in suo favore.

Le vicende della chiesa di Ravizze sembrano ricalcare da vicino quelle della parrocchiale di S. Bartolomeo. Nei lavori di restauro compiuti negli anni Ottanta, sotto il pavimento del presbiterio sono apparse ben delineate le fondamenta di una primitiva chiesa, molto piccola, con l'abside rivolto a oriente. Successivamente è stato costruito un edificio più grande.

L'edificio attuale, seguendo l'esempio della parrocchiale, è stato realizzato in fasi successive (prima l'abside, poi il corpo centrale) tra il 1762 e il 1784 dal mastro Battista Maurelli. Quasi certamente vi è anche l'intervento di Giuseppe Panzera, progettista della chiesa parrocchiale, perché la chiesetta di Ravizze riproduce, in piccolo, il modello di quella di S. Bartolomeo. Il presbiterio è ampio, con una copertura a calotta; la navata ha una copertura a volta, con una grande "vela" centrale che ne dilata lo spazio.

La benedizione ufficiale avviene il 15 agosto 1763, dopo la prima fase dei lavori. Il completamento della chiesa avviene gradualmente negli anni, tra una fase e l'altra della costruzione della parrocchiale.