il Canevel

CANEVÈL DI GEROLA

La struttura del "canevèl"

Il "canevèl" o casello del latte è una tipica costruzione della Valgerola utilizzata storicamente per la conservazione del latte appena munto in attesa di procedere nei giorni successivi, al raggiungimento di un quantitativo adeguato e sufficiente, alla sua caseificazione per la produzione del formaggio ("Matusc"). È un minuscolo fabbricato generalmente seminterrato, realizzato in prossimità di sorgenti piccoli rigagnoli in modo che l'acqua che scorre sul pavimento consenta al latte, contenuto nella caldaia, di mantenere una temperatura costante, non troppo alta nei mesi estivi e non troppo bassa nei mesi invernali e di conservarsi quindi per alcuni giorni. Mentre il latte "riposa" avviene l'affioramento naturale della panna che, più leggera, si addensa in superficie e prima di provvedere alla produzione del formaggio viene tolta con uno strumento in legno, "la cazzeta" per poi procedere alla produzione del burro.

Molto spesso tali fabbricati sono di proprietà collettiva e venivano utilizzati in passato da più allevatori, ciascuno dei quali aveva all'interno del fabbricato una caldaia, dove depositava il latte del proprio bestiame.
A volte, nei periodi autunnali quando la produzione di latte era limitata, il conferimento avveniva costituendo delle piccole "società" temporanee, nelle quali, ciascuno, a turno, provvedeva alla caseificazione con distribuzione proporzionale dei prodotti.

Tali fabbricati erano molto diffusi sul territorio; a volte una famiglia ne possedeva anche più di uno, localizzati in più maggenghi in prossimità delle stalle utilizzate per lo sfruttamento dei vari appezzamenti di terreno.

Il canevèl di Gerola

All'interno del centro storico di Gerola è presente un piccolo "canevèl" ancora integro ed utilizzato nel periodo primaverile ed autunnale, per la conservazione del latte, come da tradizione.
Da alcuni anni, in occasione delle manifestazioni principali o delle visite guidate organizzate dall'Ecomuseo, viene aperto al pubblico per illustrarne la storia e l'utilizzo.

Una particolarità del "canevèl" di Gerola, rispetto a tanti altri, è la sua posizione nelle immediate vicinanze della sorgente d'acqua che storicamente, quando ancora non esistevano gli attuali acquedotti che forniscono direttamente l'acqua ad ogni abitazione, serviva quale punto di approvvigionamento per le necessità di ogni famiglia. L'acqua stessa della sorgente, confluisce, attraverso un breve canale interrato al "canevèl" al fine di refrigerare l'ambiente e conservare quindi il latte ed eventuali altri prodotti agricoli (perlopiù ortaggi) che vengono occasionalmente posti al suo interno.